Assenze: Diversimili in progress

Assenze: Diversimili in progress
Mercoledì 7 ottobre 2020 al Teatro Dehon di Bologna (via Libia, 59), Gli amici di Luca presentano il nuovo spettacolo Assenze: Diversimili in progress, nell’ambito della ventiduesima Giornata nazionale dei risvegli sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica anche sesta “Giornata europea dei risvegli” con l ‘Alto patrocinio del Parlamento Europeo.

In scena ragazzi usciti dal coma e attori volontari con il gruppo “Dopo...di Nuovo, Gli amici di Luca” (conduzione e regia Alessandra Cortesi, coordinamento pedagogico Antonella Vigilante) insieme la Compagnia Gli amici di Luca in presenza e in video (regia di Deborah Fortini, coordinamento pedagogico Martina Pittureri, coordinamento teatrale Nicola Bonazzi). Partner: Teatro Dehon, Teatro dell’Argine e coop perLuca, Tempo & Diaframma.

Lo spettacolo, nato nell’ambito del “Progetto Diversimili: coma to community”cofinanziato dall’Unione Europea , Fondo Sociale Europeom Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020,  unisce storie collettive che si fanno azione comune attraverso nuovi linguaggi espressivi, con percorsi che coniugano l’ambito terapeutico con il lavoro teatrale in senso stretto e costituiscono un caso unico: uno strumento per il miglioramento della qualità della vita e l’instaurarsi di nuove reti sociali. In scena ragazzi usciti dal coma e attori volontari con il gruppo Gruppo Dopo Di Nuovo - gli Amici di Luca in presenza e in video.

«Prima: confini chiari su normalità e fragilità. Confini chiari su intimità e formalità. Il laboratorio teatrale di prima: luogo di libertà e intimità in cui sentirsi tutti efficaci. Poi il Covid: un buio improvviso che mischia i confini. Il lockdown: un vivere nell'ombra di un'inquietudine rappresentata da una peste moderna che ha sorpreso la popolazione mondiale, tutta, lasciandola con il fiato sospeso. Emergenza: un nuovo stato in cui abitare. Uno stato in cui amici e parenti li abbiamo accarezzati attraverso lo schermo. Abbiamo ascoltato le loro voci senza sentire il loro odore. Abbiamo baciato telefonini. Abbiamo sperato che tutti stessero bene. Ci  siamo  risvegliati in una giornata di Maggio dove nulla era più come prima. Nemmeno l'aria, che oggi  respiriamo, filtrata dalle  mascherine che cercheremo  d'indossare con  disinvoltura,  persino  in  scena. Queste le considerazioni da cui siamo partite per lavorare ad  Assenze: una performance realizzata da due gruppi, costruita nell'assenza del confronto dal vivo e dell'ispirazione che il  contatto può regalare. Ci vuole allenamento in un tempo che non c'è, per riempire l'Assenza di chi manca oggi all'appello.  La  performance è dedicata agli  assenti di questo importante appuntamento, ma che speriamo di ritrovare in un imminente futuro» (Deborah Fortini, Teatro dell’Argine).

«Lo spettacolo nasce dopo il lockdown che ha colpito tutti e ha costretto anche noi ad attività da remoto e in video. Da pochi mesi abbiamo ricominciato i laboratori in presenza. Ma l’assenza non l’abbiamo mai subita passivamente ma l’abbiamo introiettata per farla diventare energia positiva. Restituiamo così le attività dei due laboratori che operano nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris, di quanto prodotto e agito in un momento in cui l’ascolto ed il sentire sopperiva all’impossibilità della presenza fisica. Senza dimenticare la “cultura dell’abbraccio” ed il linguaggio di corpi che si attraggono più che respingersi» (dice Fulvio De Nigris, direttore Centro Studi ricerca sul Coma Gli amici di Luca).

Per saperne di più clicca qui.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202