Elfriede JelineK nella scuole 04/03/2015

Elfriede JelineK nella scuole
Venerdì 6 marzo alle 21.00 fa tappa all’ITC Teatro il Festival Focus Jelinek, a cura di Elena Di Gioia, con la serata dedicata agli esiti finali dei laboratori teatrali condotti da Angela Malfitano e Rossella Cabiddu (Associazione Tra un Atto e l'Altro) e da Nicola Bonazzi e Mattia De Luca (Teatro dell'Argine) con gli studenti delle scuole medie superiori di Bologna e provincia insieme alle coreografie di Paola Palmi con le Officine di Creazione C.E.P.S.
 
Elfriede Jelinek nelle scuole si propone innanzitutto di far conoscere ai giovani della figura di Elfriede Jelinek, premio Nobel per la Letteratura nel 2004, oltre a incentivare l’integrazione e l’educazione attraverso il teatro, la promozione di forme artistiche, la formazione attraverso valori civili e la collaborazione tra utenti disabili del C.E.P.S. e studenti delle scuole superiori di Bologna.
 
I due testi di Elfriede Jelinek portati in scena approfondiscono la conoscenza di tre importanti ed emblematiche figure del ‘900.
In Lui non come lui si parla del poeta e scrittore svizzero Robert Walser, grande camminatore solitario, attualmente considerato uno dei massimi scrittori di lingua tedesca del Novecento. Acutissimo osservatore dei particolari, apparentemente inerti, di ambienti e rapporti umani, che egli ricompone in un enigmatico tutto dove gli aspetti più banali dell’esistenza quotidiana vengono portati a essere i fondamenti della vita stessa.
In Totenauberg si affrontano due filosofi controversi e legati da un amore profondo: Martin Heidegger che rimarrà in Germania all’avvento del nazismo e Hannah Arendt, ebrea, sua allieva brillante e successivamente amante, che emigrerà negli USA ma gli rimarrà legata per sempre. Figure legate allo svolgersi storico e letterario del secolo ‘900 in Europa ma non solo. Appartenenti alla Mitteleuropa, che molto ha partecipato all’evoluzione della letteratura e della filosofia. Personaggi che vengono a volte solo sfiorati dai libri di testo in Italia. Ma che aiutano ad approfondire i temi del sopruso Nazista, dell’amore, della follia e della importanza della poesia.
La scrittura innovativa del premio Nobel Jelinek assume nelle bocche dei partecipanti ai laboratori sfumature inaspettate, nuove ed emozionanti, che aprono scenari di profonda riflessione sul futuro dell’umanità.
 
Per ulteriori informazioni clicca qui

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202