ATTIVITÀ SOSPESE E CONSENTITE IN SEGUITO AL DPCM DEL 3/11/2020

ATTIVITÀ SOSPESE E CONSENTITE IN SEGUITO AL DPCM DEL 3/11/2020
SPETTACOLO DAL VIVO
In seguito al decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020 per fronteggiare la diffusione del Coronavirus, sono sospesi tutti gli spettacoli teatrali previsti all’ITC Teatro e all’ITC Lab fino al 3 dicembre 2020.
Saranno comunicate a breve le modalità di rimborso o spostamento dei biglietti già acquistati.
 
LABORATORI
Sono sospesi in presenza tutti i laboratori per adulti.
Inoltre, in seguito all'
ordinanza regionale n. 216 del 12 novembre 2020, sono sospesi in presenza anche i laboratori per bambini, bambine, ragazzi e ragazze dai 4 ai 13 anni.

In sintesi:
  • i laboratori serali di teatro, danza e tessuti aerei per principianti sono sospesi in presenza, gli allievi e le allieve concorderanno con l’insegnante le modalità di proseguimento online;
     
  • i laboratori di teatro per bambini, bambine, ragazzi e ragazze fino ai 13 anni sono sopesi in presenza;
     
  • i laboratori di danza e tessuti aerei fino ai 13 anni, non essendo discipline attualmente consentite, sono convertiti in lezioni di teatro (disciplina consentita) sull’espressività corporea, in accordo con i genitori;
     
  • i laboratori di teatro per adolescenti con inizio a novembre 2020 sono rimandati a gennaio 2021. Unica eccezione quelli che sarebbero terminati questa settimana con il saggio finale;
     
  • i laboratori di tessuti aerei a partire dai 14 anni sono sospesi in presenza; gli allievi e le allieve concorderanno con l’insegnante le modalità di proseguimento online.
Per maggiori informazioni è possibile scrivere una e-mail a info@teatrodellargine.org o chiamare lo 0516271604.

Per consultare il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri clicca qui.

Cari tutti e tutte,
queste righe per spiegarvi il senso di una scelta e di quella che probabilmente è apparsa una non-scelta nella settimana appena trascorsa.
Dopo il DPCM di sabato 24 ottobre che imponeva la chiusura dei teatri ci siamo mossi, come tutto il comparto teatrale, per capire se esistevano degli spazi, all’interno dello stesso DPCM, che consentissero di salvare le attività di laboratorio, cioè il cuore e il polmone del nostro fare teatro.
Abbiamo aspettato (e sperato) che le istituzioni preposte fossero in grado di chiarire gli spazi opachi del decreto governativo, assecondando il nostro desiderio di svolgere dal vivo i laboratori, ma così non è stato.
Abbiamo aspettato (e sperato) che le cose intorno potessero migliorare.
Abbiamo a un certo punto persino immaginato di poter effettuare di nuovo in presenza le attività di laboratorio, in virtù di una nulla osta tecnico-legale della nostra consulente per la sicurezza.
La verità è che quel nulla osta, ineccepibile dal punto di vista tecnico, andava a risarcire un vuoto normativo, laddove la premessa generale del decreto chiedeva di diminuire drasticamente gli spostamenti.
La verità è che la situazione intorno si sta di nuovo, rapidamente, deteriorando.
Abbiamo sempre tentato di dare alla nostra attività una dimensione etica che la potesse rendere necessaria, non solo per noi che la conduciamo, ma anche per tutti quelli che vi partecipano, come “allievi” o “spettatori”. Parole che virgolettiamo perché, come sapete, non esistono allievi o spettatori, ma amiche e amici, compagni, sodali di un’avventura emotiva e culturale.
Questa dimensione etica si è configurata, nella settimana appena trascorsa, come una scelta tra fare la nostra parte per frenare l’epidemia (dunque chiudere) e fare la nostra parte nel salvaguardare il carattere di servizio, di presidio culturale e di socializzazione che abbiamo sempre voluto dare al nostro lavoro (dunque tenere aperto).
Responsabilmente abbiamo deciso di fermare la maggior parte delle nostre attività, consapevoli della possibilità che ci fermi definitivamente, molto presto, un altro decreto governativo, forse già domani.
Ci fermiamo senza fermarci: vorremmo trasportare tutto, dove possibile, online, dandoci come orizzonte quel 24 novembre citato nell’ultimo decreto come data per riprendere le attività in presenza. E se così non sarà, saremo pronti a trovare nuove soluzioni insieme a voi.
Allo stesso tempo, da domani fino a quando sarà consentito, riapriremo i laboratori in presenza con i bambini fino ai 13 anni, avvalendoci di una norma del decreto sulle attività con bambini e con ragazzi.
Infine, autorizzati dalla RSPP, porteremo a compimento, nella settimana entrante, solo i quattro laboratori che stavano per debuttare con il loro esito finale: lo faremo in streaming o attraverso un montaggio video.
Per il momento (già, per il momento…) è tutto. Ci è capitato di dire, durante questa lunga notte cominciata a febbraio, che tenersi per mano senza tenersi per mano è la cosa più difficile. Ma le mani ci sono, tese l’una verso l’altra. E un giorno arriveranno di nuovo a toccarsi.
Grazie a tutti voi e a presto.
Il Teatro dell’Argine

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202